Accesso agli atti

La Soprintendenza garantisce l'accesso agli atti conservati presso i propri archivi, secondo le modalità previste dalla normativa vigente.

La normativa di sostanziale riferimento per l'accesso agli atti fa capo a:

- L. 241/1990 e ss.mm.ii., "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi", Capo V, artt. 22-28;

- D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii., "Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture", Parte I, Titolo I, art. 13;

- D.Lgs. 104/2010 e ss.mm.ii., "Attuazione dell'art. 44 della L. 69/2009 recante delega al Governo per il riordino del processo amministrativo", Libro IV, Titolo II, art. 116.

Il diritto di accesso può essere esercitato, previa richiesta motivata, tramite l'esame degli atti e/o l'estrazione di copie, quest'ultima soggetta al rimborso dei costi di riproduzione.

Il rifiuto, il differimento e la limitazione dell'accesso sono ammessi nei limiti previsti dall'art. 24 della legge 241/90 e s.m.i.

 

SCHEMA DI RIFERIMENTO PER L'ISTANZA DI ACCESSO (scarica modulo).


Dopo aver effettuato l'accesso, il richiedente è tenuto alla compilazione, presso la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio della Liguria, di un modulo a riscontro dell'accesso medesimo e del pagamento dei diritti di fotocopiatura. Il pagamento dei diritti di fotocopiatura viene assolto con marche da bollo del Ministero dell'Economia e delle Finanze ed è pari a € 0,20 per il formato A4 e a € 0,40 per il formato A3. Gli elaborati grafici verranno riprodotti dalla Ditta Campana a spese del richiedente. Il richiedente può liberamente fotografare gli stessi senza pagamento di alcun importo. Le Onlus sono esenti dall'imposta di bollo ai sensi dell'art. 27bis all'allegato B del D.P.R. 642/1972, così come modificato dall'art. 17 del D.Lgs. 460/1997.

FAC SIMILE di RISCONTRO D'ACCESSO e di PAGAMENTO DEI DIRITTI DI FOTOCOPIATURA (scarica fac-simile)